“Un albero di Lutero”… anche a Napoli

Prossimi appuntamenti

“Un albero di Lutero”… anche a Napoli
La Comunità Evangelica Luterana di Napoli, fondata nel 1826, questo maggio festeggia i 150 anni dalla propria chiesa in via Carlo Poerio 5 piantando nella Villa Comunale di Napoli un “albero di Lutero”.
L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto che celebrerà nel 2017 il 500° anniversario della Riforma partita da Martin Lutero che ha dato inizio a un processo di cambiamenti non solo nelle chiese, ma anche nella vita politico-culturale di tutta l’Europa.
Dal 2009 al 2017, chiese e confessioni provenienti da tutto il mondo stanno piantando e pianteranno due alberi, uno nel “Giardino di Lutero di Wittenberg”, un altro nella propria città di origine così da creare un unico filo conduttore. La rete di alberi che si sta venendo a creare e che sarà via via sempre più fitta, è un simbolo e un segno di solidarietà e di ricerca per un progetto comune di pace.
La Comunità Evangelica Luterana di Napoli ha piantato il suo “albero di Lutero” napoletano il 29.05.2015 presso la Cassa Armonica nella Villa Comunale di Napoli.

Targa

Beato l’uomo che si compiace della parola del Signore,
sarà come un albero piantato lungo corsi d’acqua,
che darà frutto a suo tempo
e le sue foglie non cadranno mai. Salmo 1, 1-3

Questo Quercus ilex è stato piantato il 29 maggio 2015 dal presidente della Comunità Evangelica Luterana di Napoli.
L’albero si collega ad un albero nella Lutherstadt Wittenberg (Germania) che lì è stato piantato nel giardino di Lutero (Luthergarten) dalla Comunità Evangelica Luterana di Napoli in preparazione
all’anniversario della Riforma del 2017. Con questo vogliamo documentare l’irradiazione e il significato della Riforma che da Martino Lutero è partita da Wittenberg.

11295603_721929181262242_411372704768419426_n 11246587_721929391262221_2513210074373522340_n 11148746_721928571262303_8986221986161234518_n 11148342_721928721262288_3756543869997639134_n 10502033_721929057928921_3873108541765747009_n

Preghiera di conclusione

Signore, la nostra vita sia davanti a te come un albero.
Signore, come un albero sia davanti a te la nostra preghiera.
Dacci radici che affondano nella terra,
che possiamo essere radicati nei tempi antichi,
radicati nella fede dei nostri padri e delle nostre madri.
Dacci la forza di crescere per diventare un tronco robusto,
cosi che possiamo rimanere saldi al nostro posto
e non vacillare, anche se arrivano le tempeste.
Fa che da noi crescano liberamente dei rami, i nostri figli –
Signore, aiutali a crescere forti
e che possano elevare i loro rami nel cielo.
Dacci futuro e lasciaci salutare le foglie
e dopo l’inverno fa rifiorire la speranza.
E quando sarà il tempo, fa che possiamo portare i frutti.
In te, Gesù Cristo, vogliamo essere radicati.
Sii Tu con il Tuo Spirito Santo in mezzo a noi.

Benedizione
Dio ci benedica e ci protegga.
Egli ci faccia crescere come un albero
che ha salde radici profonde e possa resistere alle tempeste.
Egli ci faccia sentire tutto ciò che abbiamo dentro di noi.
Egli faccia maturare in noi dei frutti, delle idee buone
con cui potremo arrecare gioia
a noi stessi e al nostro prossimo.
Incamminatevi nella pace del Signore.
Amen